#InfoCanoneRAI, come si supera la presunzione di detenzione dell’apparecchio TV? MDC risponde

Proseguono le attività di informazione e assistenza del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) nell’ambito del progetto #InfoCanoneRAI. Con la Guida Canone TV, scaricabile gratuitamente dal sito di MDC http://www.difesadelcittadino.it/infocanonerai/, l’Associazione risponde alle domande degli utenti.

Il canone di abbonamento alla televisione è dovuto da chiunque abbia un apparecchio televisivo e si paga una sola volta all’anno e una sola volta a famiglia, a condizione che i familiari abbiano la residenza nella stessa abitazione.

Dal 2016 (articolo 1, commi da 152 a 159, della legge n. 208 del 2015) è stata introdotta la presunzione di detenzione dell’apparecchio televisivo nel caso in cui esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui una persona ha la propria residenza anagrafica. Per superare la presunzione di detenzione di apparecchi televisivi è necessario presentare ogni anno la dichiarazione di non detenzione, compilando il Quadro A della dichiarazione sostitutiva pubblicata sui siti www.agenziaentrate.gov.it e www.canone.rai.it.

MDC ricorda che, nel caso in cui diversi componenti della stessa famiglia anagrafica siano titolari di più contratti per utenza elettrica residente, nella stessa abitazione o in abitazioni diverse, sarà sufficiente comunicare all’Agenzia delle Entrate su quale utenza elettrica devono essere effettuati gli addebiti compilando il Quadro B del modello di dichiarazione sostitutiva. Tale dichiarazione può essere presentata in qualunque momento dell’anno e non deve essere ripresentata annualmente, ma qualora vengano meno i presupposti dichiarati mediante la compilazione del Quadro B, deve essere presentata una ulteriore dichiarazione avendo cura di compilare la sezione “Dichiarazione di variazione dei presupposti” contenuta nel Quadro C del modello.

Si ricorda, inoltre, che la dichiarazione sostitutiva può essere presentata mediante un’applicazione web disponibile sul sito di Agenzia delle Entrate o in forma cartacea, mediante spedizione a mezzo del servizio postale al Sat – c.p.22 Torino – in plico raccomandato senza busta, unitamente a copia di un valido documento di riconoscimento.

Per informazioni e assistenza, sono attivi presso l’Associazione il numero verde 800 629538, la mail dedicata canonerai@mdc.it e lo Sportello telematico WhatsApp al numero 3276176140.

Inoltre la rete degli Sportelli territoriali MDC, rintracciabili su www.difesadelcittadino.it, è a disposizione degli utenti interessati, anche per assistenza pratica nella compilazione dei moduli.

Fonte: Ufficio Stampa MDC

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Speak Your Mind

*