Comune di Empoli: torna il Pedibus per la primaria di Ponzano

Mobilità alternativa. Torna a Empoli il “Pedibus”: l’autobus umano, con viaggio di andata e ritorno per i bambini della scuola primaria ‘Colombo’ di Ponzano. Dal prossimo anno scolastico saranno di nuovo attivati due percorsi pedonali da casa a scuola e da scuola a casa: uno dalle Cascine e l’altro dalla ex scuola di Ponzano. Un progetto che ha visto il suo inizio nell’aprile 2005, poi proseguito per qualche stagione, oggi torna per la gioia dei bambini e per volontà del sindaco di Empoli Brenda Barnini.

COME FUNZIONA – Questo autobus umano è il modo più sano e divertente, ma soprattutto ecologico, per raggiungere la propria scuola partendo da casa, in compagnia dei propri compagni di classe. Questa sorta di ‘carovana di bambini’ è accompagnata da uno o più adulti autisti e controllori. Ruolo da protagonista lo avrà l’Auser Filo d’Argento, con i suoi volontari, che saranno appunto i ‘conduttori’ del ‘pullman dei bambini’. Anche per i volontari sarà un modo per metterà a frutto la loro voglia di impegnarsi e tenersi attivi al servizio della comunità.

SINDACO – «Abbiamo voluto riproporre questo progetto che qualche anno fa aveva riscosso successo – racconta il sindaco Brenda Barnini – Siamo stati sollecitati a fondo anche dai bambini e proprio per non deludere le loro aspettative ci siamo impegnati per riattivare il Pedibus. Ringrazio l’Auser per il prezioso ruolo di accompagnamento che andrà a svolgere Il Pedibus è il sogno di una città più a misura di bambino e meno delle macchine. È l’idea che dallo scambio tra generazioni diverse nasca una nuova educazione civica e si possa migliorare Empoli insieme».

OBIETTIVI – Per i soci dell’Auser e i piccoli Pedibus vuol essere anche l’occasione per camminare e muoversi facendo attività fisica quotidianamente. I genitori così potranno gestire in modo più sereno due momenti della giornata spesso motivo di nervosismo e invece così importanti per i loro figli. Un progetto che vuol accrescere il numero dei ragazzi che raggiungono la scuola in autonomia, riducendo magari la presenza di traffico automobilistico e con esso l’inquinamento dell’aria, riscoprendo il piacere di muoversi in gruppo. Come un vero autobus di linea, parte da un capolinea, segue un percorso stabilito, raccoglie passeggeri alle ‘fermate’ nell’orario prefissato. Viaggia con il sole e con la pioggia e ciascun passeggero indossa un gilet rifrangente.

Fonte: Comune di Empoli

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Speak Your Mind

*