Le carte di credito sono strumenti estremamente utili. Purtroppo per un cattivo pagatore non è facile ottenerle, se non chiedendo a un garante di mettere una firma e garantire per lui. Le carte di credito infatti hanno come vantaggio quelle di rendere disponibile dei soldi ogni mese, anche se di fatto non li possediamo. In un giorno prestabilito poi la banca ci accredita sul nostro conto quanto abbiamo speso. Si tratta di micro prestiti concessi mese dopo mese e per molte persone sono un aiuto concreto se utilizzate con intelligenza.

La banca quindi ci anticipa del denaro, ogni mese, addebitandoci dei tassi d’interesse spesso alti. Un protestato però, come può ottenere una carta di credito? Ecco i nostri suggerimenti!

Come fa un cattivo pagatore a ottenere una carta di credito

Per un cattivo pagatore e protestato è difficile e delle volte impossibile ottenere un mutuo, un prestito o una carta di credito. Questo perché agli occhi delle banche si è visti come inaffidabili.

La singola banca comunque sceglie se concedere a un protestato la carta di credito oppure no. Nella maggior parte dei casi rifiuta perché trova rischioso anticipare il credito con l’emissione della carta, in quanto si tratta di un piccolo prestito. Le possibilità per ottenerla quindi, quali sono?

  1. Saldare il debito che ci ha fatto entrare nella lista dei protestati così da venirne poi successivamente rimossi (non è una cosa immediata).
  2. Alcune banche possono concedervi la carta se trovate una persona disposta a farvi da garante. Per la banca infatti, se voi non riuscite a saldare, ci penserà il garante a farlo per voi.
  3. Optare per una carta prepagata. Non è la stessa cosa certo, però se il vostro obiettivo non è quello di possedere una carta di credito per farvi anticipare il denaro, ma solo per poter fare gli acquisti online, allora si rivelano una soluzione perfetta. Quasi tutte le banche le concedono ai protestati perché rappresentano un rischio per l’istituto.