amazon

Amazon potrebbe mettere mano anche al mondo delle criptovalute. Il colosso capitanato da Jeff Bezos alle origini era solo un marketplace, ma con il passare degli anni è diventato qualcosa di sempre più grande e trasversale. Ecco perché la notizia che Amazon possa ora introdursi nel settore e-currency non ci stupisce più di tanto.

Sembra in buona sostanza che Jeff Bezos stia lavorando ad una sorta di AmazonCoin, una nuova criptovalute che potrebbe portare il concetto di criptovaluta stesso a livelli ben più popolari rispetto a quanto stia accadendo oggi giorno. Se le monete digitali, ora come ora, sono risultate appannaggio più che altro di investitori o comunque sia di gente “che ne sa”, con l’entrata in campo di Amazon le criptomonete potrebbero diventare un fenomeno di massa.

Perché è chiaro che se cominceranno ad essere utilizzate per comprare e vendere merce online, non solo la cosa avrà un impatto immediato sui più di 300 milioni di account Amazon sparsi in tutto il mondo, ma un po’ tutti i big dell’e-commerce, pur di non perdere il passo, si vedranno costretti a studiare un’alternativa tutta loro. A quel punto sì che le criptovalute finirebbero col diventare la “moneta del popolo”. Le uniche, tra l’altro, che sarebbero capaci di varcare confini, di unire paesi lontani e culture diversissime, e di non essere manovrabili da questo o quel politico di turno.

Non si sa ancora cosa ci sia di mezzo, quali siano le intenzioni e come la società intenderà muoversi, ma quel che è certo è che Amazon ha acquisito i domini AmazonEthereum.com, AmazonCryptocurrency.com e Amazon Cryptocurrencies.com, il che significa che pur nella più totale incertezza, qualcosa in pentola sta bollendo per davvero! Per il momento l’azienda non ha parlato a viso aperto di questa sua nuova possibile iniziativa, per cui è probabile che se questo esordio avverrà, finirà per essere annunciato dall’oggi al domani.