Usi bene i farmaciOggi voglio porre alla tua attenzione 5 possibili errori che commetti (ma potresti farne molti altri) e che possono o ridurre l’effetto della terapia, o esporti a potenziali rischi di salute. Vediamo 5 errori tra i più comuni.

Dividere una compressa: alcune volte è possibile, altre no. Devi chiedere al medico per capire se quel preciso farmaco può essere spezzato. Di solito quelli divisibili hanno una o più linee di demarcazione e servono proprio a indicarne la divisibilità. Altri farmaci non possono essere divisi perché possiedono una pellicola protettiva pensata per impedire l’assorbimento del medicinale fino al momento giusto, come quelle a rilascio modificato.

Aprire una capsula: la capsula di base non deve essere aperta. Se vuoi farlo, devi chiedere al medico se è o meno possibile. Il rischio è che venga perso il principio attivo. Si abbassa quindi la dose. Possono anche esserci alterazioni durante l’assorbimento. Non vanno mai aperte quelle gastroresistenti, con rilascio modificato o dove è indicato chiaramente sulla scheda tecnica. In ogni caso chiedi prima al medico, sempre.

Triturazione della compressa: se intendi triturarla devi parlare con il medico prima. Una pratica che di solito viene consigliato solo per chi si nutre artificialmente e chi ha problemi di deglutizione. Il rischio è di perdere il principio attivo, alterare l’assorbimento e provocare anche ulcere orali o gatrointestinali, specialmente se si tratta di compresse rivestite. Non vanno triturate le compresse da assumere via sublinguale, quelle con un indice terapeutico basso, quelle gastrointestinali, a rilascio modificato e che hanno chiaramente indicato nella scheda tecnica che non è possibile tale pratica.

Dimentichi una dose: può capitare, ma non dovrebbe. Sicuramente dimenticarla una volta ogni tanto non è preoccupante come saltarle spesso oppure assumerle troppo ravvicinate. Se hai dimenticato di prendere un farmaco cerca di rimediare il prima possibile ma solo se non è vicino il momento di prendere la dose successiva. Altrimenti è come prendere dose doppia.