Molte sono le cose belle della vita e tra queste c’è anche il gustarsi una buona grigliata, un momento che unisce sempre amici e parenti a tavola. Chi dispone di un giardino (o di una bella terrazza ) può organizzare queste giornate all’insegna della buona tavola!

Gli amanti della carne difficilmente rifiuteranno un buon vino rosso e appunto della carne o della verdura cucinata alla griglia. Mangiare in compagnia è molto bello, ma cosa c’è da sapere in merito? Ecco alcuni consigli che possiamo fornire per un utilizzo corretto di un barbecue a carbonella.

7 consigli per usare bene il barbecur

  • Da quando è stato acceso il barbecue a quando è pronto per l’uso servono circa 30 minuti di tempo, quindi prima difficilmente sarà pronto
  • La carne non deve cuocere quando la fiamma è viva. Serve la brace
  • La brace è appunto utile per cuocere le pietanze alle griglia ed è proprio questa che richiede un po’ di tempo per essere preparata
  • In base al tipo di carne può volerci più o meno tempo di cottura. A differenza della carne di manzo che viene servita anche al sangue, il maiale necessita di una buona cottura
  • Quando è molto grassosa la carne (aspetto che accade facilmente con il maiale) è bene fare attenzione al grasso che fuoriesce. Questo perché crea fiamme libere e quest’ultime possono bruciare sia lo chef che la carne sulla griglia
  • Per evitare le fiamma create dal grasso generalmente la carne viene messa dove sono i bordi. Da tenere presente che dopo l’utilizzo deve essere pulita a dovere la piastra
  • L’uso della carbonella è molto semplice e non implica quindi errori con l’impiego di altri materiali. Questo perché il legno non sempre è adatto alla cottura della carne. Per esempio la legna se contiene resina non va bene, così come gli infissi i mobili e altro legno trattato. I ramoscelli di solito sono ottimi ma solo per l’accensione.